Lettori fissi

sabato 10 maggio 2014

Recensione Primer Skinflash di Dior

Salve ragazze oggi nuovo post, scritto dalla bellissima e bravissima Emmegi, su un prodotto molto costoso, 
quindi è sempre bene avere più pareri !


Ci sono giorni in cui la voglia di truccarmi è direttamente proporzionale alla mia voglia di uscire dal tepore del piumone e del pigiama in pile e di affrontare una giornata intera nella giungla universitaria. Ormai, ci conosciamo da un po’ e possiamo anche dircelo : sono di una pigrizia allucinante. Rimango li sul letto a rimirar le stelle anche per ore e non mi muoverei di casa. Cosa c’è di meglio che un bel pigiamone, una tv abbastanza grande ed un buon film? Penso nulla.
Non vi nascondo che quando ritorno a casa dai miei dopo una settimana (o più) dalla mia tana universitaria vengo chiamata “topo da biblioteca” proprio per il colorito grigiastro della mia pelle (Eh,lo so i miei genitori sono dei gran burloni!)
Ed è proprio per ovviare a queste mie falle del sistema che mi preoccupo di curare la mia pelle con una buona base viso, che a volte può anche sostituire del tutto il fondo tinta (d’estate o dopo il pacchetto completo da nove lampade).
Il prodotto di cui vi parlo è il Primer Skinflash di Dior: "Pennello illuminante che attenua il colorito spento" descrizione del sito di Sephora.
Sempre il sito di Sephora continua dicendo: “Skinflash Primer, il gesto per eccellenza che illumina il colorito spento ispirandosi alle tecniche di maquillage del Backstage:
- cancella le zone d’ombra e illumina istantaneamente i coloriti spenti e stanchi;
- leviga e uniforma la pelle in maniera spettacolare.
Fresca all'applicazione, la sua formula inedita arricchita con un cocktail energizzante di minerali e di acido ialuronico, dinamizza la pelle per un colorito più fresco e luminoso, giorno dopo giorno.
Ora, voi lo sapete che i miei rapporti con Sephora non sono proprio idilliaci (l’altro giorno sono riuscita ad andare al Centro commerciale senza farmi attirare da quel bellissimo odore di profumeria, ma questa è un’altra storia) ma trovo che questa descrizione racchiuda a pieno lo spirito di questo prodotto.
Quando lo si applica, si ha sul viso una sensazione di freschezza stupenda. E’ già una  coccola il tocco del pennello sul viso.


 Quel dettaglio di classe che lo distingue dai primer “di battaglia” che, in genere, si applicano con le mani. Il finish è spettacolare, la giusta via di mezzo tra il cremoso ed il liquido ed io che ero scettica proprio su questa cosa che donasse luminosità e contemporaneamente riuscisse ad uniformare la pelle mi sono dovuta ricredere perché dopo due/tre secondi dall’applicazione il viso è completamente diverso. Rigenerato, defaticato , e se siete rimaste chiuse in casa a studiare per giorni senza vedere la luce del sole, e quindi avete preso il colorito grigiastro che contraddistingue noi studentesse ed i topi questo prodotto è perfetto. La comparazione con tra topi e studentesse è data dal fatto che questo primer è adatto ad ogni tipo di pelle, infatti, non ha diverse colorazioni come i suoi colleghi di sottomarca ma un colore universale per tutte. Pare che siano dei foto pigmenti intelligenti che rendono possibile questo miracolo. Insomma, nel caso in cui la maison Dior avesse bisogno di ingegneri intelligenti per i loro pigmenti si rivolgano a DonnaEleonora che ne conosce una brava *coff coff*
Vi dicevo che, soprattutto, d’estate l’ho giusto applicato ed ho atteso qualche secondo prima di uscire e non ho aggiunto null’altro. Questo prodotto ha anche il merito di esaltare l’abbronzatura come nessuno e riuscendo a cancellare le zone d’ombra il viso non perde la sua tridimensionalità e la zona degli zigomi diventa il punto forza anche per viso asimmetrico come il mio. 
Il sito di Sephora è un po’ fallaceo  quando vorrebbe farci indurre all’acquisto di un prodotto così importante per un utilizzo giornaliero, manco fossimo tutte Vicktoria Beckam o Angelina Jolie al Red Carpet degli Oscar con la frase “un colorito più fresco e luminoso,giorno dopo giorno”.

Il packaging è fighissimo: questo pennellone enorme tutto laccato d’argento e riposto in questa pochette di velluto blu con ricamate le iniziali della maison. Ovviamente, le pecche sono note prezzo e quantità:  38.90 euro per soli 15 ml di prodotto.Di certo non va per un utilizzo giornaliero, io, almeno, lo utilizzo durante le occasioni festose, per il pranzo della domenica al ristorante con i miei genitori ed in giornate particolari in cui dormo pochissimo e mi sveglio prestissimo e ho bisogno e voglia di truccarmi (vedi esami importantissimi di ingegneria, a quelli di architettura si ci va sfatti anche perché si è impiegata tutta la notte per finire di disegnare).

Se lo dovessi consigliare alla mia nemica non lo farei perché è un prodotto che merita tantissimo quindi lo consiglio a voi, anche perché il prezzo lo ammortizzerete nel tempo (ha scadenza 12 mesi!).

Ps. Manco l’ho scritto perché mi pareva sott’inteso: l’INCI è pessimo, le #carlitafan non lo comprerebbero. Però, sulla mia pelle, anche dopo dodici ore, non mi provoca brufoli sul viso. Per correttezza, sappiate che i primi tre ingredienti  sono acqua e phenyl trimethicone e methil trimethicone ed al quarto posto vi è l’alcohol.

E voi che primer viso utilizzate? Avete qualcosa di low cost o bio da consigliarci?
Mg